Monte Sant'Angelo: tra storia, natura e spiritualità

Monte Sant'Angelo: tra storia, natura e spiritualità

Monte Sant'Angelo è una vera chicca e merita sicuramente quanto le più belle spiagge del Gargano.

Passeggiare tra le case bianche dello Junno, il quartiere antico, perdersi tra l'intreccio dei suoi vicoletti, farsi sorprendere da una chiesa antica (bellissima la basilica di San Francesco) in una piazzetta inattesa, ti riporta indietro nel tempo. Più in centro l'atmosfera resta suggestiva. Avvolti dal profumo del pane, dei caratteristici scaldatelli e dei dolci che arriva dai numerosi forni si arriva al cosiddetto belvedere dove la vista sul golfo di Manfredonia e sullo Junno, che da lontano sembra un presepe, è mozzafiato.

Irrinunciabile la visita alla famosa Grotta di San Michele: qui un'atmosfera mistica (nonostante il via vai dei turisti) si mescola con la storia e l'arte longobarda. Nonostante non sia credente, è stata un'esperienza unica: scendendo si avverte forte la sensazione di star entrando in un luogo sacro, ed è emozionante pensare che, come me, da secoli migliaia di pellegrini di tutto il mondo hanno sceso quelle scale.

Anche il castello Normanno Svevo merita una visita, anche solo per la bellissima vista di cui si gode dalle sue torri.

Concludiamo il nostro breve viaggio con un'escursione all'abbazia di Pulsano e ai suoi eremi scavati nella roccia. Aria pulita, panorami da favola, Il silenzio, le bellissime icone bizantine della chiesetta fanno di questo posto il luogo ideale per la meditazione.

Natura, arte, storia, spiritualità, autenticità : questo porterò con me. Tutto tenuto molto bene, tutto molto organizzato. Ci tornerò!

redazionepuglia   redazionepuglia
  13/09/2017
  •   gargano
  •   foggia
  •   montesantangelo
  •   san michele
  •   foresta umbra

Photogallery