Indietro

Le Fracchie di San Marco in Lamis

Le Fracchie di San Marco in Lamis

Nel cuore del Parco Nazionale del Gargano in provincia di Foggia sorge San Marco in Lamis, una cittadina situata lungo il percorso dei pellegrini denominato “ Via Sacra Longobardorum” che, passando da San Severo, giunge fino a Monte Sant’Angelo. La cittadina è adagiata in una valle tra due conventi: S. Maria di Stignano e San Matteo, entrambi molto rilevanti dal punto di vista storico e architettonico. In oltre nei pressi della città si possono visitare il bosco della Difesa, che in primavera offre paesaggi naturali incantevoli, la Dolina Pozzatina e l’imponente parco dei Dinosauri; un territorio con un notevole patrimonio culturale-turistico-religioso a pochissimi chilometri da San Giovanni Rotondo.  In questa cittadina garganica da circa quattro secoli ogni anno, la sera del venerdì Santo, si svolge uno dei riti religiosi più suggestivi e toccanti dell’intero panorama della Regione Puglia, la processione delle fracchie, rito riconosciuto già come Meraviglia Italiana e inserito nel 2012 nella lista rappresentativa dell’UNESCO come patrimonio culturale immateriale dell’umanità. Le fracchie sono grandi torce di varie dimensioni, le più grandi sfiorano anche a 10-12 metri di lunghezza, con una bocca dal diametro di circa 2 metri. Queste sono costituite da un tronco tagliato longitudinalmente e riempito di rami, sterpi, schegge di legno e frasche fino a realizzare un falò di formaconica appoggiato su appositi carrelli in ferro. Le fracchie trainate lungo il percorso della processione hanno la funzione di illuminare il percorso della Madonna Addolorata nella ricerca del proprio figlio Gesù morto.

Foto di Domenico Leggieri

alfredodellabella   alfredodellabella
  02/05/2018
  •   gargano
  •   le fracchie
  •   san marco in lamis
  •   tradizione
  •   venerdì santo
  •   riti della settimana santa
  •   fuoco sacro

Photogallery